Sono nata in un paese di 20.000 abitanti e ora abito in una frazione che, di abitanti, ne conta meno di 1.000.

Quando ero più giovane pensavo che questo paese mi stesse stretto.

E allora sono andata a Bologna, a Dublino, a New York e persino a Milano (seppur part time). 

Sono passata dall’odore del letame a quello dello smog. 
Dagli spazi aperti e pianeggianti al cemento e condomini ovunque.

Col senno di poi “credo che la voglia di scappare da un paese con 20.000 abitanti vuol dire che hai voglia di scappare da te stesso, e da te stesso non ci scappi” (cit. Radiofreccia). 

Ed è verissimo: solo quando ho smesso di scappare da me stessa, ho smesso di sentir stretto il mio paesino. 

E mai come ieri sera, quando mi ha regalato questo splendido tramonto rosa e blu, l’ho amato! 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: